Carrello

Birra Partenopea Grigia 33 cl di Monaci Vesuviani

La Partenopea Grigia Strong è una birra ad alta fermentazione, doppio malto, stile belga, tipologia bellina strong Golden ale dal colore dorato e dalla schiuma bianca e generosa. Al naso regala un profumo speziato, con una nota fruttata e frizzante. Gusto pieno.

Gradi alcolici: 8,5%

3,00 IVA incl.

Esaurito

Fallo vedere ai tuoi amici

La Partenopea Grigia Strong è una birra ad alta fermentazione, doppio malto, stile belga, tipologia bellina strong Golden ale dal colore dorato e dalla schiuma bianca e generosa. Al naso regala un profumo speziato, con una nota fruttata e frizzante. Gusto pieno.

Gradi alcolici: 8,5%

Chi sono i Monaci Vesuviani?

Daniele e Lino sono le anime pulsanti del birrificio artigianale partenopeo.

Da oltre dieci anni i due professionisti, già affermati e realizzati nei loro rispettivi settori, decidono di seguire la passione che li accomuna: produrre birra.

I loro tentativi di produzione si affinano con l’ esperienza ed i risultati cominciano a farsi vedere con birre di discreta qualità che deliziano il palato di amici e conoscenti.

Nel 2010 c’è la svolta decisiva e l’impegno di Daniele e Lino si fa molto più consistente.

Nel 2011 partecipano al Progetto Imprenditoriale Microbirrificio, in cui le esposizioni dei titolari dei Maggiori Birrifici Italiani tracciano nella loro mente la strada da seguire in un susseguirsi che si è protratto sino ai nostri giorni.

Tutto ciò che c’è da sapere sulla birra

– Come farla…

Sono solo quattro gli ingredienti fondamentali della birra, ma devono essere di ottima qualità per ottenere una birra veramente saporita.

Acqua: l’acqua rappresenta il 95% della birra e condiziona tanto il gusto quanto il processo di produzione. L’acqua migliore è quella con un equilibrio dei 6 Sali principali: magnesio, calcio, bicarbonato, sodio, solfato e cloruro.

Orzo: è l’elemento principe nella produzione della birra. L’orzo viene lasciato germinare e poi essiccato, trasformandosi in malto. Il suo colore è il colore finale della birra prodotta, mentre la miscela dei vari tipi di malto danno corpo alla bevanda.

Luppolo: è una pianta rampicante i cui fiori vengono utilizzati per conferire alla birra quel suo sapore amarognolo caratteristico. Il luppolo ha anche altre funzioni, come far durare la schiuma, rendere più chiaro la mistura di malto ed acqua, impedire la proliferazione dei batteri che ne guasterebbero la conservazione.

Lievito: va aggiunto dopo il luppolo per dare più aroma e per farlo fermentare sia a bassa che ad alta fermentazione.

– Come berla …

Sebbene sia molto trendy oggigiorno, soprattutto tra i giovani, bere la birra direttamente dalla bottiglia, per essere gustata veramente ogni tipo di birra va abbinato al suo bicchiere. Che sia il boccale tedesco o la pinta inglese, il calice oppure la coppa, la birra si può apprezzare veramente soltanto se versata nel bicchiere che la valorizza.

Il boccale, ad esempio, è adatto alle birre leggere; facile da impugnare, non trattiene a lungo l’aroma, quindi la birra va bevuta quasi tutta d’un fiato.

La pinta, invece, è il classico bicchiere utilizzato nei pub inglesi; la birra, sormontata da poca schiuma, va versata quasi fino all’orlo.

Il calice viene utilizzato per le birre dal gusto forte, da servire con abbondante schiuma; lo stelo permette alla birra versata di mantenersi fresca a lungo.

La coppa è l’ideale per le birre molto aromatiche; il bicchiere è panciuto, infatti, per permettere di scaldare un po’ la bevanda con il palmo della mano.

I bicchieri Weizenbecker sono adatti soprattutto per le birre ricche di lievito ed anidride carbonica; la birra va versata molto lentamente con il bicchiere quasi in orizzontale per i tre quarti della lunghezza e poi in verticale per aggiungere la schiuma finale abbondante.

– Miti da sfatare

La birra fa ingrassare: non è affatto vero; basta integrarla bene nel conteggio delle calorie quotidiane.

La birra fa male: la birra contiene delle sostanze antiossidanti, dette polifenoli, che combattono i radicali liberi, e i fitoestrogeni, che favoriscono la produzione di ormoni, ritardando l’arrivo della menopausa; inoltre, la birra non alza il livello di insulina, ma protegge dalle complicanze del diabete di tipo 2.

La birra va bevuta freddissima: per gustare veramente la birra, bisogna servirla ad un temperatura tra i 7 ed 10° oppure bisogna toglierla dal frigorifero almeno un quarto d’ora prima di berla.

E’ meglio berla senza schiuma: la schiuma conserva l’aroma e la temperatura della birra, quindi non deve mai mancare sul bicchiere.

Informazioni sul venditore

  • Nome: Accattaonline
  • Venditore: Accatta Online
  • Indirizzo: Via delle Olimpiadi, 4
    80059
    Torre del Greco
    NAPOLI
  • No ratings found yet!
Confettura extra di kiwi

Confettura extra di kiwi

2,506,00 IVA incl.

Confettura extra di kiwi

2,506,00 IVA incl.
La Confettura extra di kiwi di Casa Saviano è una delizia dell'azienda vesuviana. È un'alternativa deliziosa e diversa dalle solite…
Cintura donna artigianale in pelle color cuoio con fibbia in metallo martellata color oro. Lunghezza cm 110 larghezza cm 3.…
Set di San Valentino Nipple Cover e tanga in cotone e soffice velluto lavorato ad uncinetto da indossare nelle occasioni…
Corno laccato rosso con maschera di pulcinella in terracotta legata con un filo di rame San Gregorio Armeno portafortuna, interamente…